Stereolitografia (SLA®)

Le stampanti di produzione in tecnologia SLA® creano parti accurate direttamente dai dati CAD 3D senza stampi, convertendo i materiali liquidi e compositi in sezioni trasversali solide, strato dopo strato, utilizzando un laser ultravioletto. Il letto di stampa quindi si abbassa, la parte viene rivestita con un nuovo strato di resina e lo strato successivo viene costruito sopra tutti gli altri finché la parte non viene completata. Al termine del processo, la parte viene pulita in una soluzione di solvente per rimuovere la resina umida rimasta sulla superficie del pezzo stesso. Dopodiché, la parte viene messa in un forno UV per completare il processo di polimerizzazione. Le stampanti di produzione SLA® garantiscono resa elevata, con dimensioni di costruzione fino a 1524 mm, precisione e risoluzione delle parti senza paragoni, nonché una vasta gamma di materiali di stampa.  Nessun processo consente di gestire una gamma più vasta di applicazioni, incluse quelle più esigenti di produzione rapida.

Quando nel 1986 Charles "Chuck" Hull, il fondatore di 3D Systems, ha inventato la stereolitografia (SLA), ha avviato una rivoluzione nello sviluppo dei prodotti in tutti i settori: trasporti, ricreativo, sanità, beni di consumo e istruzione. Attraverso la continua innovazione, estendiamo la nostra leadership tecnologica offrendo ai clienti materiali di stampa e stampanti di produzione nuovi e migliorati e ampliando il nostro portafoglio di brevetti.

La SLA si basa su precisione e accuratezza, quindi spesso viene usata nei casi in cui la forma, l'idoneità e l'assieme sono cruciali. Le tolleranze su una parte SLA di solito sono inferiori a 0,05 mm e la SLA offre la finitura superficiale più uniforme di qualsiasi processo di produzione additiva. Considerando il livello di qualità che la SLA può raggiungere, si rivela particolarmente utile per creare modelli di fusione altamente precisi (ad esempio, per stampaggio a iniezione, pressofusione e fusione sotto vuoto) e prototipi funzionali, modelli di presentazione, nonché per eseguire test di forma e adattamento. La tecnologia SLA è estremamente versatile e può essere utilizzata in qualsiasi area che richiede prima di tutto la precisione.

E' tuttavia da ricordare che, a differenza della SLS, le parti SLA utilizzano strutture di sostegno e richiedono una fase di post-elaborazione più accurata. Ma le stesse opzioni di post-elaborazione rappresentano anche alcuni dei maggiori vantaggi della SLA. I modelli possono essere lucidati a vapore o trattati con sabbiatura o micropallinazione. Le parti SLA possono anche essere galvanizzate con metallo, come il nichel. La galvanizzazione non solo rende la parte significativamente più resistente, ma la rende anche elettricamente conduttiva e più stabile dimensionalmente in ambienti umidi.

In termini di vantaggi, la SLA consente di risparmiare tempo sulle parti di alta precisione, in particolare quando sono richiesti diversi prototipi funzionali o un unico modello di fusione rapida. Grazie alla SLA è possibile ottenere un'accurata precisione in breve tempo. Grazie alla precisione e alla velocità della SLA, la creazione dei prototipi è semplice e fedele al design finale, quindi è possibile identificare, prima dell'inizio della produzione, eventuali difetti di progettazione, collisioni e potenziali problemi relativi alla produzione in serie. Per le parti su piccoli e medi lotti lavorate normalmente da polipropilene o ABS, la SLA offre caratteristiche simili e non richiede un nuovo attrezzaggio costoso e lento per la personalizzazione o (nei casi in cui sarebbe necessario) cambiare stampo. Inoltre, la SLA consente di ridurre i costi dei materiali, perché la resina inutilizzata rimane nel contenitore e può essere utilizzata in progetti futuri.

I materiali SLA offrono diverse proprietà meccaniche che consentono una vasta gamma di applicazioni per parti che richiedono caratteristiche simili all'ABS o al polipropilene, come gli assemblaggi ad aggancio o a scatto, i componenti per il settore automobilistico e i modelli master. I materiali SLA sono disponibili per le applicazioni a temperature elevate e i materiali trasparenti sono disponibili con proprietà simili al policarbonato. I materiali biocompatibili sono disponibili per una vasta gamma di applicazioni mediche, come strumenti chirurgici, apparecchi odontoiatrici e apparecchi acustici. Altri materiali sono formulati in modo specifico per i modelli, in quanto consentono una bassa produzione di ceneri, un'elevata precisione e sono allo stesso tempo sacrificabil.

I modelli in stereolitografia (SLA) rappresentano il mezzo più accurato per costruire prototipi e verificare qualsiasi progetto prima di confermare la strada di produzione scelta. L'alta precisione e la buona finitura superficiale la rendono la soluzione preferita per modelli di stile, verifiche ingegneristiche e modelli master per stampi in gomma siliconica.