• Wilting usa la produzione additiva in metallo per migliorare le attrezzature a semiconduttori

    Scoprite in che modo il produttore olandese Wilting si avvale dell’esperienza nella produzione additiva in metallo internamente per migliorare le prestazioni delle apparecchiature a semiconduttori e la produttività.

  • Applicazioni di produzione avanzate con l’introduzione dei nuovi materiali Figure 4®

    I nuovi materiali fotopolimerici ad alte prestazioni offrono prestazioni meccaniche e stabilità ambientale a lungo termine per le applicazioni avanzate e la produzione a lotti ad alta produttività in settori quali elettronica di consumo, automotive e sport motoristici, sanità, prodotti industriali, aerospaziale e difesa.

  • rms e 3D Systems offrono capacità “powder to package” per i dispositivi di produzione additiva

    Insieme, rms e 3D Systems offrono agli OEM di dispositivi medici un percorso per passare dal file digitale al prodotto sterilizzato e confezionato pronto per la suite chirurgica

  • Sauber Engineering sceglie 3D Systems per promuovere l’innovazione costante

    Il ritmo dell’innovazione in Sauber è inarrestabile. Al fine di ottimizzare la capacità di sviluppare rapidamente la sua vettura, Sauber Engineering ha investito in un parco macchine per la produzione additiva tra i più grandi nel suo genere in Europa.


Testimonianze più recenti dei clienti

Il progetto Lacewing dell’Imperial College London è una piattaforma lab-on-a-chip per la diagnosi e il tracciamento delle patologie, con componenti chiave stampati in 3D utilizzando Figure 4 e i materiali biocompatibili di 3D Systems....
Maggiori informazioni
Customer Story
La produzione additiva in metallo e il software di reverse engineering e di ispezione Geomagic aiutano a costruire in modo rapido ed economico parti di ricambio uscite di produzione....
Maggiori informazioni
“Tra le poche aziende che potevano fare al caso nostro, abbiamo optato per 3D Systems, perché gli ingegneri erano in grado di trasformare il nostro progetto in realtà”
— Antonio Pellegrino lavora presso il Nikhef ed è capo del progetto SciFi Tracker presso il CERN

Le nostre soluzioni