La stereolitografia (SLA) utilizza un contenitore di resina fotopolimerica liquida polimerizzata mediante un laser a ultravioletti (UV) per solidificare il modello strato dopo strato e creare un modello 3D solido dai dati 3D forniti dal cliente. Il processo di SLA consente di gestire la più vasta gamma di applicazioni di produzione rapida.

  • Massima precisione e finitura superficiale più levigata di tutte le parti stampate in 3D
  • Ampia selezione del materiale: rigido, duraturo, trasparente e ad alta temp.
  • Ampia varietà di opzioni di post-elaborazione
  • Prototipi per collaudo di forma e idoneità
  • Modelli di presentazione per modelli da esposizione e per fiere
  • Short lead times
  • Impostazioni alta risoluzione
  • Piattaforme per costruzioni di grandi dimensioni disponibili

Tolleranze per alta risoluzione:

  • Piani X/Y: +/- 0,005” per il primo pollice (25 mm) ,+/- 0,002” per ogni pollice successivo
  • Piano Z: +/- 0,010” per il primo pollice (25 mm), +/- 0,002” per ogni pollice successivo
  • Dimensione lineare del dettaglio minima: inferiore a 0,030” a rischio, inferiore a 0,020” non viene costruito
  • Dimensione radiale del dettaglio minima: 0,035"

Tolleranze per alta risoluzione:

  • Piani X/Y: +/- 0,005” per il primo pollice (25 mm) ,+/- 0,002” per ogni pollice successivo
  • Piano Z: +/- 0,010” per il primo pollice (25 mm), +/- 0,002” per ogni pollice successivo
  • Dimensione lineare del dettaglio minima: inferiore a 0,020”  a rischio, inferiore a 0,010” non viene costruito
  • Dimensione radiale del dettaglio minima: 0,030"

Le stampanti SLA di 3D Systems sono in grado di stampare parti altamente dettagliate che vanno da pochi millimetri di dimensioni a 1,5 metri (5 piedi), con una risoluzione e una precisione eccezionali e pressoché nessuna riduzione o alterazione della parte.